Lettera del Presidente

Cari Colleghi,

è con immenso onore e piacere che vi scrivo queste poche righe in veste di Presidente della nostra associazione.

AISOT è nata per rispondere alla necessità dei medici in formazione in Ortopedia e Traumatologia di avere un punto d’incontro, un’Agorà direbbero i Greci, a livello nazionale. Così è nata un’associazione di specializzandi per specializzandi.

Siamo partiti da piccole cose, da piccoli numeri ma molta concretezza.

Oggi quella “concretezza” continua a essere caposaldo della nostra attività ma, rispetto a ieri, oggi i progetti sono molto più ambiziosi, il numero dei soci è cresciuto costantemente superando i 500 iscritti e AISOT è presente in maniera capillare su tutto il territorio nazionale grazie ai suoi delegati.

Io ho visto in AISOT e continuo a ritrovarvi l’eccellenza senza alcuna eccezione:  delle attività organizzate, della programmazione dei servizi, della presenza sul territorio, nel rapporto con le altre società scientifiche nazionali ed internazionali. L’eccellenza non è solo una qualifica ma un modo di pensare, un modo di essere, un modo di vivere.

E se essere eccellenti, è un obiettivo ambizioso, continuare a esserlo lo è ancora di più. Per questo mi auguro che tutti i soci partecipino attivamente con cuore, spirito e idee.

La medicina si sta evolvendo come il mondo intorno a noi. Al momento opportuno saremo chiamati a dire la nostra e ad apportare il nostro contributo, il quale sono certo sarà costruttivo. La nostra Associazione non ha mai disatteso le aspettative poiché si è sempre fondata sul supporto reciproco di tutti i soci. In tal senso mi permetto di citare il grande sociologo Jacob Riis: “Non è la singola picconata che rompe la pietra, ma la somma di tutte le picconate”.

Nelle sezioni dedicate potrete vedere i nomi dei colleghi eletti facenti parte del consiglio direttivo 2019-2020 e i colleghi che sono stati incaricati come delegati di Scuola per il medesimo anno in modo da favorire un rapporto più diretto tra i soci e l’Associazione perché AISOT è tutti noi!

Con l’augurio che quest’anno sociale sia per noi pieno di soddisfazioni porgo a tutti voi i miei più calorosi saluti.
Alessandro Rava